Digital ageing

Cos’è e come si può contrastare

26 Ottobre 2021

Pubblicato da: Redazione Sotherga

Tempo di lettura: 2 min

Forse senza rendercene neppure conto, trascorriamo in media almeno sei ore al giorno davanti a un device digitale. Guardiamo lo schermo del nostro smartphone più di 150 volte al giorno! E poi c’è la serie tv preferita sul tablet, il display sempre acceso fino a notte fonda: i momenti in cui siamo di fronte a uno schermo sono davvero tanti e molto ricorrenti. E ovviamente parliamo di un tempo medio, chi lavora tutto il giorno al computer ne trascorre molto di più!

 

La pandemia poi ha svolto un ruolo determinante e costringendoci a fare tantissime nuove attività in smart working ha di fatto almeno raddoppiato i nostri tempi di permanenza di fronte a un device digitale.

 

Impossibile credere che questa sovraesposizione quotidiana non causi effetti al nostro organismo, a partire dagli occhi e anche dalla pelle che viene esposta in maniera costante alla luce blu (High energy visible).

 

 

Gli effetti della sovraesposizione digitale: pelle e occhi 

 

La luce blu non è dannosa per il nostro organismo, anzi. È in grado di regolare i livelli di melatonina e trova impiego anche nell’ambito della fitoterapia per la sua capacità di apportare benefici psicologici.

 

Quando però l’esposizione diventa così prolungata, di giorno come di notte, viene a crearsi un fenomeno che è stato definito digital ageing. 

 

Gli effetti principali sono la perdita delle ore di sonno, un rallentamento della naturale rigenerazione cellulare e un aumento dello stress ossidativo dell’epidermide.

 

Di luce blu oggi si parla tanto anche se gli studi sono troppo recenti per poter disporre di risultati scientifici provati. Quello che però è possibile fin da ora affermare con certezza è che la continua esposizione alla luce blu rappresenta una forma di inquinamento per la pelle in grado di contribuire all’invecchiamento precoce. La pelle appare spenta e stanca, come stressata e priva di tono.

 

 

Anche gli occhi subiscono danni dalla sovraesposizione digitale: stanchezza, secchezza e poi i classici inestetismi dovuti alla mancanza di un corretto riposo, come occhiaie, rughe e borse e gonfiore.

I nostri trattamenti

A proposito di stanchezza e stress:

SOnews

Rimani nel loop, iscriviti alla newsletter per non perderti le ultime sui trattamenti SOTHERGA

Questo sito usa Google Analytics per raccogliere dati sull'utilizzo, in modo da offrire un'esperienza utente sempre migliore. Cliccando su "accetto", permetti di abilitare il tracciamento delle tue interazioni su questo sito web. Potrai revocare il consenso in qualsiasi momento. Troverai l'impostazione dedicata nel pié di pagina di questo sito. Per saperne di più, leggi la nostra privacy e cookie policy