Sleeping Beauty

Consigli ed errori da evitare per dormire bene e svegliarsi più riposati (ma anche belli, simpatici…) 

20 Maggio 2021

Pubblicato da: Redazione SOTHERGA

Tempo di lettura: 2 min

Dormire è la migliore delle abitudini. Certo è che, se non tutti abbiamo bisogno delle canoniche 8 ore, i benefici di un “buon sonno” sono innumerevoli e vanno dall’umore alla salute, interiore come esteriore. Ecco allora qualche consiglio per riposare al meglio e costruire una routine funzionale. 

NO ALLA LUCE BLU 

Cioè quella emessa da TV e tablet il cui spettro incide negativamente sul sonno poiché interrompe la produzione di melanina. Di fatto chi si addormenta guardando uno schermo dorme peggio e, di conseguenza, fa più fatica a svegliarsi.

SÌ UN BAGNO CALDO

Quando dormiamo la temperatura corporea scende. L’acqua tiepida (no a quella troppo calda che secca la pelle, ndr) aziona un meccanismo di riscaldamento che facilita il rilassamento e aiuta ad addormentarsi prima e a dormire meglio.

 

NO STARE A LETTO

Se vi svegliate nel cuore della notte e fate fatica a riprendere sonno alzatevi. Sembra un controsenso ma restare coricati abitua il cervello ad associare lo stare a letto con lo stare svegli. Il consiglio è quello di cambiare stanza e, tenendo le luci basse, magari leggere un libro finché non sopraggiungerà di nuovo la stanchezza. 

SÌ ALLA ROUTINE

Provate ad andare a letto e svegliarvi alla stessa ora anche nel weekend. Il motivo? Aiuterete il corpo a restare in contatto con il proprio ritmo circadiano, ovvero il nostro orologio interno.

E PER SVEGLIARVI AL MEGLIO

Che siano 8, 6 o 10 ore (Einstein non dormiva mai meno di così) il tempo passato a letto occupa una grossa parte della nostra giornata. Ecco perché sarebbe buona norma considerare non solo “quanto” ma anche “dove” riposiamo. Se infatti si dedica sempre più tempo – complice il lockdown – alla skincare serale è bene sapere che la federa sui cui poggia il viso può fare la differenza. La più riconosciuta? Quella di seta che, rispetto al classico cotone, crea meno frizione (e quindi meno segni sul viso) e ha un limitato potere assorbente e per questo non interferisce con i prodotti beauty che si applicano su volto e capelli prima di andare dormire, valorizzandone l’azione e l’effetto. La seta ha, dunque, un potere skin&haircare: meno rughe da sonno e capelli meno arruffati e crespi, quindi visibilmente più sani e idratati. Ed infatti dalla seta che è partito il progetto Golevy, brand Made in Italy nato con un obiettivo: creare una federa per ogni tipologia ed esigenza della pelle. Focus dunque su Vittoria e Tusa, le prime due federe (con ricamo e senza) realizzate da Golevy in seta 100% Mulberry, una delle qualità più pregiate. Non solo: i prodotti sono volutamente ed esclusivamente bianchi. Il motivo? I colori possono contenere sostanze chimiche che ne altererebbero i benefici skincare. Una scelta voluta e studiata perché la Golevy sia, davvero, una crema formato federa.

 

I nostri trattamenti

A proposito di rughe e perdita di elasticità:

SOnews

Rimani nel loop, iscriviti alla newsletter per non perderti le ultime sui trattamenti SOTHERGA

Questo sito usa Google Analytics per raccogliere dati sull'utilizzo, in modo da offrire un'esperienza utente sempre migliore. Cliccando su "accetto", permetti di abilitare il tracciamento delle tue interazioni su questo sito web. Potrai revocare il consenso in qualsiasi momento. Troverai l'impostazione dedicata nel pié di pagina di questo sito. Per saperne di più, leggi la nostra privacy e cookie policy