Vaccino covid e filler

Filler

Ecco le linee guida in merito alle possibile interazioni tra il vaccino anti Covid e i filler della medicina estetica.

14 Luglio 2021

Pubblicato da: Redazione Sotherga

Tempo di lettura: 2 min

Sulle possibili interazioni e reazioni avverse causate dai vaccini contro il Covid-19 si è parlato tanto e proprio in conseguenza ad alcune segnalazioni in relazione ai filler estetici, l’Associazione Italiana di Medicina Estetica ha scelto di emanare le linee guida ufficiali per la somministrazione di filler in concomitanza con vaccino anti covid. In particolare alcune reazioni avverse sono state riscontrate in pazienti a cui è stato inoculato il vaccino Moderna.

 

In SOTHERGA le linee guida dell’Associazione Italiana di Medicina Estetica vengono naturalmente seguite con scrupolosità e precisione.

 

Facciamo però un po’ di chiarezza per scoprire il protocollo e le linee guida ufficiali per poter effettuare ogni trattamento estetico in totale sicurezza.

 

Se si sta per fare un filler è indispensabile informare il medico estetico della propria situazione in fatto di vaccino Covid. Va infatti comunicato al professionista se e quando si ha intenzione di fare il vaccino in modo che insieme possiate calendarizzare i trattamenti estetici senza rischio di infiammazioni o effetti collaterali.

 

Chi sta per fare la prima dose deve evitare i filler per i 15 giorni che precedono la somministrazione. 

Chi sta per fare la seconda dose deve evitare i filler per i 30 giorni che seguono la somministrazione. 

 

I filler vanno evitati anche nel periodo che passa tra la prima e la seconda dose.

 

Quindi riassumendo, da 15 giorni prima della data della prima dose fino a 30 giorni dopo la data della seconda dose non è possibile fare alcun tipo di filler per scongiurare i rischi di reazioni avverse. Queste indicazioni sono valide per ogni tipo di vaccino Covid e per ogni fascia di età del paziente.

 

Le reazioni avverse che ad oggi sono state riscontrate non sono di grave entità e sono comunque transitorie e tutte hanno avuto risoluzioni complete senza esitii. Parliamo di edema, arrossamento e lieve dolezia. Queste reazioni si sono verificate in prossimità dell’infiltrazione a base di acido ialuronico. I casi segnalati si sono risolti senza complicazioni e con una terapia antinfiammatoria.

 

In linea generale, senza creare falsi allarmismi, è bene sapere che un trattamento di infiltrazione di acido ialuronico (filler) o trattamenti a base di tossina botulinica andrebbero evitati sempre nei periodi in cui si fa un vaccino perché mentre il vaccino stimola il corpo a creare nuovi anticorpi, le sostanze iniettate dal trattamento estetico vengono riconosciute dal corpo come estranee e in un certo senso “contrastate”. Il consiglio per ogni vaccinazione, anche il semplice vaccino antinfluenzale, è quindi quello di evitare per un periodo minimo di tre settimane trattamenti estetici come il filler o la tossina botulinica.

I nostri trattamenti

A proposito di rughe e perdita di elasticità:

SOnews

Rimani nel loop, iscriviti alla newsletter per non perderti le ultime sui trattamenti SOTHERGA

Questo sito usa Google Analytics per raccogliere dati sull'utilizzo, in modo da offrire un'esperienza utente sempre migliore. Cliccando su "accetto", permetti di abilitare il tracciamento delle tue interazioni su questo sito web. Potrai revocare il consenso in qualsiasi momento. Troverai l'impostazione dedicata nel pié di pagina di questo sito. Per saperne di più, leggi la nostra privacy e cookie policy